Farfetch

Migliore Farfetch - Fino al 60% di sconto. abbiamo oltre 1000 tonalità in stock.

Alcuni vestiti indossati da Margaret Thatcher «È blu notte il colore dell’abito da sposa di Mrs Margaret Thatcher venduto in dicembre da Christie’s a venticinquemila sterline, insieme alla sua valigetta di pelle rossa graffiata – con timbro a caratteri d’oro impresso dalla regina Elisabetta – e al suo impermeabile Aquascutum stile Lawrence d’Arabia che non lasciava intravedere neanche un lembo di pelle, Quando ci tiriamo giù dal letto la mattina si presenta il primo degli innumerevoli dilemmi della giornata: cosa mettersi addosso, Anche chi dice di infilarsi la prima cosa che gli capita sotto mano deve fare i conti con il proprio armadio, con le scelte passate, farfetch con gli scheletri che penzolano dalle stampelle, In poche parole: con il loro stile, E vestirsi è una scelta cruciale, soprattutto se si è Margaret Thatcher, Angela Merkel o, che so, Sua Maestà la regina..

Vestiti indossati nel tempo dalla regina Elisabetta Cos’hanno in comune queste tre donne? Hanno i capelli corti e gli occhi azzurri, indossano abiti monocromo dai colori sgargianti e hanno governato/governano i loro farfetch Paesi, Passato, presente, eternità, Mentre una qualsiasi star di Hollywood può permettersi qualche caduta di stile, anzi, i loro scivoloni foraggiano le fashion blogger, il gossip e la speranza delle fan nella metamorfosi, le politiche non possono barcollare, Fanno parte dello spettacolo, ma non sono semplici attrici con i loro copioni a singhiozzo, con la loro parte da recitare, Devono essere immutabili, obbedire a una certa continuità, e pensare alla successione, Colori unici, linee dritte, minimalismo, Le vesti che indossano sono il messaggio prima della parola, quello che conta davvero, La regina non ne sbaglia una e anche se dovesse sbagliare un accostamento sarebbe comunque “giusta”, la sua eternità è conclamata, a suon di cappellini e soprabiti abbinati è diventata un’icona pop, La Merkel inciampa – senza cadere o cadendo in piedi – con i calzini in vista sotto un vestito da sera o con qualche taglia sbagliata, ma è cosa di poco conto, La Thatcher calcolava anche le macchie nei minimi dettagli, facendole diventare un cult, Ha raggiunto l’acme in termini di outfit osè nella foto in cui è seduta con le gambe sopra il divano a fiori e, con le scarpe poggiate lì sotto, lasciava i piedi in bella mostra (coperti da calze trasparenti: non i gambaletti della Merkel ma collant dello stesso colore della sua pelle, non un tono in meno, né uno in più), mentre studiava gli assetti strategici del Paese come se stesse leggendo un Harmony, magari decideva guerre, tranquilla come se nulla la turbasse, come se nulla fosse, La potenza di questa immagine non ha eguali, la consacra unica.».

Un po’ di vestiti di Angela Merkel.single-post-new article figure.split-gal-el.photo-container.arrow::after {content: ' FOTO';} #gallery-18 {margin: auto;}#gallery-18.gallery-item {float: left;margin-top: 10px;text-align: center;width: 16%;}#gallery-18 img {border: 2px solid #cfcfcf;}#gallery-18.gallery-caption {margin-left: 0;} Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è farfetch una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo..

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove. Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli. È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta. L'ha indossato durante l'importante discorso sullo stato dell'Unione tenuto dal marito martedì: è stato disegnato da uno stilista americano gay e di origine cubana

«Che vestito indossi?» è una delle domande più fastidiose che le donne – contrariamente agli uomini – si sentono rivolgere dai giornalisti in qualsiasi occasione farfetch più o meno mondana, tanto che molte hanno deciso di ignorarla o rispondere a tono, Anche Michelle Obama – moglie del presidente degli Stati Uniti Barack Obama e considerata un’icona di moda – è stata coinvolta in polemiche sugli abiti che ha indossato in occasioni ufficiali, come quando nel 2011 scelse un vestito dello stilista britannico Alexander McQueen per una cena di stato a Pechino: gli americani non si sentirono rappresentati e quando tornò in Cina nel 2015 Michelle Obama rimediò con un abito di Vera Wang, stilista statunitense di origine cinese..

Michelle Obama indossa il vestito di Narciso Rodriguez per il discorso sullo stato dell’Unione, Washington DC, 12 gennaio 2015. (NICHOLAS KAMM/AFP/Getty Images) Le scelte stilistiche di Michelle Obama hanno spesso un messaggio politico, soprattutto nelle occasioni più importanti: una delle ultime è stato il discorso sullo stato dell’Unione tenuto martedì sera dal marito in Campidoglio, davanti al Congresso. Per l’occasione Michelle Obama ha indossato un abito senza maniche in crêpe di lana di color calendula – sì, color calendula, una sorta di giallo senape più chiaro – disegnato dall’americano Narciso Rodriguez. La scelta del colore – acceso e caldo, lontano dai più composti e sobri blu tradizionali – era in sintonia con il messaggio ottimista del marito e la faceva spiccare tra la massa nera e grigia dei completi dei parlamentari. Prima che Barack Obama avesse terminato il discorso, il vestito era andato esaurito sul sito Neiman Marcus, dove era in vendita al costo di 2.095 dollari (circa 1.900 euro), poi ridotto a 628 dollari (570 euro). Un fenomeno simile era accaduto nel novembre del 2012 quando Barack Obama aveva annunciato la rielezione su Twitter pubblicando una foto in cui abbracciava la moglie: indossava un abito a scacchi bianchi e rossi di Asos che andò subito a ruba.

Michelle e Barack Obama farfetch si abbracciano a Dubuque, Iowa, 15 agosto 2012 (JIM WATSON/AFP/Getty Images) L’aspetto  più interessante del vestito di Michelle Obama però non è il colore, né il taglio, né il prezzo – che è stato comunque criticato perché troppo caro – ma lo stilista, Rodriguez – che Obama aveva scelto anche per la notte elettorale del 2008 – è omosessuale, sposato dal 2013 col suo compagno di una vita, e figlio di immigrati scappati da Cuba negli Stati Uniti, La sua storia ricorda l’impegno dell’amministrazione Obama per i diritti delle persone GLBT, che ha portato alla legalizzazione del matrimonio omosessuale, L’origine cubana è una critica alle posizioni anti-immigrazione di parte della destra americana e in particolare di Donald Trump, candidato alle primarie per la presidenza..

Michelle Obama con il vestito di Narciso Rodriguez farfetch la sera in cui il marito Barack Obama vinse le elezioni, Chicago, 4 novembre 2008, (Getty Images) I genitori di Rodriguez arrivarono negli Stati Uniti nel 1956, come quelli di un altro candidato repubblicano alla presidenza, Marco Rubio, Rodriguez è nato a Newark, in New Jersey, nel 1961, e ha raccontato spesso del sacrificio dei suoi genitori per offrirgli una vita migliore: a Cuba suo padre lavorava in un laboratorio e sua madre studiava ingegneria chimica, mentre negli Stati Uniti dovettero adattarsi ai lavori più disparati, Rodriguez ha studiato alla prestigiosa scuola di moda Parsons di New York e ha poi aperto una sua casa di moda, molto apprezzata dagli esperti tra cui la direttrice dell’edizione americana di Vogue Anna Wintour, È il primo stilista a vincere per due anni di seguito, il 2004 e il 2005, il premio come miglior stilista per l’abbigliamento femminile del Council of Fashion Designers of America, l’associazione degli stilisti statunitensi..



Messaggi Recenti